Radio Càos
Musica

Johnny Jewel – Digital Rain

Il terzo disco da solista di Johnny Jewel è un raffinato sogno ambient.

Come presentare Johnny Jewel in due righe? Produttore, multi-strumentista, membro di Chromatics, Glass Candy, Desire e Symmetry. Collaboratore di Nicolas Winding Refn e di David Lynch, specie nella recente terza stagione di Twin Peaks. Johnny Jewel lavora con delicati suoni elettronici, dipingendo un ambient moderno che deve tanto all’IDM quanto all’indie pop.

Con il suo terzo lavoro da solista, “Digital Rain“, abbiamo una raccolta di brevi passaggi elettronici, che si avvicendano senza fare rumore. Pochi album come questo, in tempi recenti, hanno saputo lavorare tanto sull’atmosfera e sui colori della musica. Ben lungi dal voler creare un semplice disco per l’ascolto, Johnny Jewel si impegna nell’apportare alle sue musiche tocchi delicati; mai invadenti, sempre leggeri e inclini al silenzio.

Si può andare dal dark ambient di Black Pyramid ai suoni futuristici di Double Exposure. Dal synthpop molto 1981 di Pulsations, agli abissi atmosferici di Ship of Theseus. Diciannove piccole perle, tutte godibili e intelligenti, senza sbavature o eccessi.

Digital Rain” è un piccolo gioiello per gli amanti dell’ambient elettronico. Moderno ma classico al tempo stesso, che non ha nulla da invidiare alle pietre miliari del genere. Ed è un peccato che sia passato (è il caso di dirlo) sotto silenzio, specie rispetto al precedente Windsept (2017), celebre grazie a Twin Peaks. Ma Johnny Jewel sta costruendo una carriera di tutto rispetto, standosene comodamente ai margini della scena ma allo stesso tempo al centro di essa. E Digital Rain ne è la prova.

POTREBBERO INTERESSARTI