Radio Càos
Articoli

La playlist meteorologica creata da voi

Eccovi pronte 6 playlist per combattere le previsioni meteo

La scorsa settimana, nel nostro gruppo fb, ci siamo dedicati al meteo. Avete presente quel fastidioso argomento che si tira fuori ogni qual volta una conversazione muore? Ecco, resettate.

Bene. Adesso inseriteci la musica giusta, in connessione con gli agenti atmosferici.

Le previsioni di lunedì riportano nubi sparse. Qualche nuvola in un manto azzurro è anche carina, ma in un cielo coperto, magari con la nebbia, assolutamente no.

Per spazzare via questo grigiore, allora, abbiamo raccolto tutte le canzoni che associate al mood nuvoloso. Lasciatevi catturare dalla musica, vi sentirete meno soli.

Il martedì è legato al vento. Che sia gelido sul viso o caldo fra i capelli, il vento è sempre qualcosa che attraversa, scardina le convinzioni, sposta letteralmente le cose.

Aiuta a cambiare prospettiva. Ecco allora le vostre folate personali sul piano musicale. Apre la playlist Imparare dal vento dei Tiromancino: chiudete gli occhi e diventate aria in movimento. Respirate.

E’ mercoledì e il cielo è nerissimo. Immaginate quella situazione in cui, sotto la pioggia, senza nessuno e senza ombrello, pensate “cosa può accadere peggio di così?”

E inizia a piovere forte. Sempre più forte. Fulmini e saette. Siete nel bel mezzo di un temporale.

Non vi resta che indossare le cuffiette e ascoltare questa playlist con tutte quelle canzoni che vi lasciano la sensazione di essere inermi, in solitudine sotto lo scroscio della pioggia.

Alcune potranno farvi male, come una febbre post-fracicata, altre invece faranno scivolare via tutto il dolore. Kierkegaard diceva che ‘i geni sono come i temporali.

Vanno contro il vento, terrorizzano la gente, purificano l’aria.’

Giovedì è prevista neve su tutta la Penisola. Il Premio Nobel per la letteratura Thomas Stearns Eliot una volta ha detto: “April is the cruelest month”.

Perché? La coltre di neve che ci seppellisce rende tutto ovattato, smorza i sentimenti, non ci fa sentire male. L’arrivo della primavera è crudele perché ci ridona la facoltà di provare dolore, mentre l’inverno “kept us warm, covering Earth in forgetful snow”.

Questa, allora, è la playlist migliore per farvi smettere di pensare. Impostate il pilota automatico e lasciatevi cullare.

Siamo arrivati a venerdì e ne abbiamo già passate tante.

Forse questa è la giornata più difficile, perché ci tocca parlare della grandine. La pioggia può rilassare, alienare; la grandine no. Se per caso dimentichi l’ombrello e inizia a grandinare sei fottuto. La grandine arriva da un momento all’altro e ti picchietta in ogni centimetro del corpo. È fredda, fa male.

Un male costante a cui non ti abitui, non te la godrai mai come la pioggia. Se la pioggia è solletico, la grandine è un pizzicotto. Fa rumore, ma non quel piacevole sottofondo da lettura. Non bussa, lascia segni.

A volte l’unica cosa da fare è fermarsi e guardarla fare il suo corso, aspettare che smetta. Un po’ come quando stai male, quel male che passa solo con il tempo, ed è come se ad un certo punto guardassi tutto dall’esterno; sai già che passerà, che starai meglio, te lo ripeti ma col cazzo che quel buco nel petto si riempie.

Qui sotto troverete tutte quelle canzoni che associate a questa sensazione, quelle che colpiscono ogni volta in ogni punto debole, quelle che permettono di arrendersi e di accettare la propria sofferenza.

E come nelle migliori storie, alla fine non può non spuntare il sole. Finalmente, dopo una settimana in cui abbiamo dovuto sopportare bufere di neve, grandinate, temporali, eccolo: è tornato!

Inforchiamo gli occhiali allora, volgiamo il viso verso la nostra amata stella e mettiamoci ad ascoltare queste due ore e mezzo di musica splendente.

Per scoprire di cosa parleremo nei prossimi giorni, veniteci a trovare nel nostro gruppo e seguiteci sulla nostra pagina Facebook e Instagram.

POTREBBERO INTERESSARTI