Radio Càos
Articoli

LaSorte – Cassandra

La band formata da Giorgio Pighi - voce e basso, da Matteo Piomboni - chitarra e da Zeno Camponogara - batteria e voce, ha prodotto un lavoro di tre tracce imponenti, poliedriche e fantasiose.

Pubblicato a ridosso dello scorso natale, ovvero il 21 dicembre 2016, ”Cassandra” è il nuovo disco dei La Sorte, un trio energico e fluidamente coeso.

La band formata da Giorgio Pighi alla voce e al basso, da Matteo Piomboni alla chitarra e da Zeno Camponogara alla batteria e alla voce, ha prodotto un lavoro di tre tracce imponenti, poliedriche e fantasiose.

In ”Cassandra” a prendere vita è una forza oggettiva che, in modo imperscrutabile e imprevedibile, spicca sulle vicende delle persone e delle cose, rappresentando l’eterna lotta per la sopravvivenza.

L'immagine può contenere: 2 persone, notte

La prima traccia di questo lavoro dei La Sorte si intitola ”AK47 non è una sonata di Mozart” ed esprime con vitalità il concetto di poesia in contrapposizione a quello di una turbinante violenza sonora: il protagonista si trova solo dopo la fine di una relazione, immerso in una realtà che non fa altro che auto-distruggersi. Il suono segue un incedere senza fine, come succede anche nella traccia successiva, la seconda della tracklist, ”Principessa performante”. Ci si trova sulle note di un carillon dark, quasi da thriller, tra le pareti oscure di ”una piccola crisi che supererai”.
”Benzodiazepine la mattina [ad alta quota (coz I x me)]” è la canzone che chiude questo ”Cassandra”, un brano tra l’indie ed il noise, fresco e rabbioso, come la verve di questa band che sembra serbare molto ma molto talento. 

Se volete ascoltarli, questo è il Bandcamp Player per lo streaming di ”Cassandra” dei La Sorte.

CASSANDRA by LA SORTE

POTREBBERO INTERESSARTI