Radio Càos
Musica

LP alla conquista dell’Europa

Ovvero, come una cantante americana è riuscita ad avere successo dappertutto, tranne che in America.

Il rapporto tra LP e l’Italia è quello di un amore a distanza nato per caso ma destinato da sempre. A partire dal suo vero nome, Laura Pergolizzi, dovuto alle sue origini napoletane, fino ad arrivare alle vendite del suo ultimo album – che solo in Italia ha conquistato tre dischi di platino  il Bel paese è diventato uno dei maggiori promotori del successo della cantante alternative pop-rock, che è ancora semi-sconosciuta nel suo stesso Paese: l’America.

 

 

Nata a Long Island ma trasferitasi a New York una volta terminati gli studi, LP forma una band subito dopo la morte della madre, cominciando a suonare in tutti i pub e i club che le capitavano a tiro. Parlando della sua gavetta, afferma senza remore:

“I didn’t know shit about shit. I started playing at the worst places possible on [New York’s] Bleeker Street. I wrote terrible songs. I killed it. My only friend used to come to my shows and I’d play to her essentially”.

 

09e41dc703a4ec5fde32987bb8c7ae9b

Nonostante la giovane età (LP è della classe ’81), la cantante ha rilasciato negli ultimi 15 anni 4 album: i primi due Heart-Shaped Scar (2001) e Suburban Sprawl & Alcohol (2004) non sono riusciti a conquistare il pubblico, nonostante le risposte positive della critica musicale, e il terzo album, Forever for Now (2014), ha mostrato un notevole miglioramento nel numero di vendite, ma sempre al di sotto delle aspettative.

 

Il successo è arrivato invece nel 2016 con Lost on You, in un modo che ha quasi dell’epico ariostano. Il tutto comincia nel paese più inaspettato e vacanziero in assoluto: la Grecia. Grazie all’intervento di Panagiotis Loulourgas, direttore di una casa discografica greca che a marzo ha comprato i diritti dell’omonima canzone per poterla trasmettere nelle loro radio, la traccia ha raggiunto subito il primo posto in classifica, mantenendolo per tutta l’estate e divenendo “la canzone greca del 2016”. La fama si è poi allargata a macchia d’olio, coinvolgendo prima i vicini turchi e rumeni, e poi l’Italia stessa, che ha dato la spinta giusta per farla entrare nelle classifiche di mezza Europa, comprendendo Francia, Polonia, Svizzera, Belgio, Spagna e perfino le fredde lande russe. Il tutto grazie all’intervento dell’andirivieni di turisti in giro per l’Europa pronti a shazammare le note di questa cantante sconosciuta, che è arrivata così ad entrare nella Hall of Fame di Shazam.

 

 

Prima del grande successo europeo aveva, però, già raggiunto traguardi importanti per quanto riguarda il songwriting nel mondo più strettamente pop, scrivendo i testi di Cheers di Rihanna, The Beautiful People di Christina Aguilera per il film Burlesque, e Love Will Keep You Up All Night dei sempiterni Backstreet Boys. Quando le viene chiesto come faccia a scrivere canzoni per artisti così lontani rispetto al suo genere musicale, risponde “I would never write a song like ‘Cheers’ for myself but love the way Rihanna made a great hit out of it”.

 

 

Oltre che per le sue doti di cantautrice, LP si riconosce per uno stile ormai inconfondibile: look androgino, capelli ricci e ribelli alla Bob Dylan, un orecchino a forma di croce all’orecchio sinistro e l’increspatura delle labbra alla Elvis. Fiera della sua omosessualità (“My mom died before she knew I was gay, and my dad thought it was a phase, then realized it wasn’t. But I didn’t really give a shit either way. I still don’t”) e del suo stile, ha avuto numerosi problemi con le politiche delle major americane, che volevano intrappolarla in qualcosa che non le apparteneva. Alla fine è approdata alla Warner, con la quale ha iniziato una collaborazione che pare destinata a perdurare.

 

Adesso il suo manager sta mettendo a punto gli ultimi attacchi al mondo musicale britannico prima di tentare il colpo più grosso di tutti: riuscire a farla sfondare in America, la terra che l’ha cresciuta ma che continua a respingerla come un urlo controvento.

 

Fun facts:

 

  • Su Youtube c’è il video di un folle duetto live di LP con Florence Welch sulle note di Dog Days Are Over.

 

 

  • Nel 2012 è diventata la prima donna ambasciatrice del marchio Martin Guitar, azienda americana produttrice di chitarre acustiche tra le migliori al mondo. Come omaggio, le hanno creato personalmente l’ukulele che potete vedere nel video di Lost On You.

enhanced-9135-1405462438-6

 

  • È dannatamente brava a fischiare, a tal punto che alla fine dei concerti ci sono più persone che le lodano le qualità di fischiatrice che quelle di cantante. Qui potete vederla alla prova:

 

POTREBBERO INTERESSARTI